(Reuters) – Con il suo +3%, Banco Bpm (MI:) è la migliore tra le blu chip italiane dopo il “buy” assegnato al titolo da Jefferies.

Il broker, che ha avviato oggi la copertura con target price a 3,5 euro dai 2,8 euro a cui tratta a metà mattina, sostiene che la possibile internalizzazione del business assicurativo dal 2023 offre un upside del 9-16% sul consensus dell’utile per azione al 2023 e non è ancora prezzata dal mercato.

Considerando anche le buone prospettive sul costo del rischio, Jefferies fissa le sue stime il 30% sopra il consensus, e ritiene che il piano industriale che sarà presentato a novembre potrebbe fungere da catalizzatore. Aggiunge tra i benefici il probabile incremento degli investimenti da parte delle aziende nel Nord Italia, dove il Banco ha una forte presenza, grazie ai piani di sostegno pubblici post-Covid (Pnrr).

Jefferies ha anche avviato la copertura di BPER (MI:) (+1,8% a 2,06 euro) con “hold” e target a 2,3 euro. Secondo il broker il consensus non tiene pienamente conto dei venti contrari che spirano contro il margine di interesse, che più che compensano gli effetti positivi derivanti dalla riduzione dei costi e dalla buon andamento delle commissioni.

 

(Claudia Cristoferi, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link