Fonte: Adobe / weyo

I legislatori sudcoreani stanno inondando il parlamento di fatture per il ritardo delle tasse sulle criptovalute. I comitati finanziari dell’Assemblea nazionale sono pronti a soppesare i valori di quattro distinti tentativi di far fallire i piani di Seoul di imporre tasse sulle plusvalenze del 20% su tutti i profitti commerciali oltre una soglia annuale di 2.100 dollari.

Il governo ha tentato di approfondire la questione, dopo che l’Assemblea nazionale ha dato il via libera alla nuova regola fiscale con un pacchetto di altre riforme all’inizio dell’anno. Da quando è stata accettata, tuttavia, sia le borse che gli investitori privati ​​hanno sollevato preoccupazioni su come verrà applicata la tassa. Alcuni hanno affermato che la tassa è gravemente ingiusta, in particolare perché KOSDAQ La soglia di profitto degli investitori del mercato azionario è attualmente di USD 42.000.

La scorsa settimana, il vice primo ministro e ministro delle finanze Hong Nam-ki e Kim Dae-ji, capo del Servizio fiscale nazionale (NTS), sono stati esaminati separatamente dal Comitato di pianificazione e finanza dell’Assemblea nazionale su questioni relative alle criptovalute. Entrambi hanno sostenuto che non c’era modo di ritardare la nuova tassa (che entrerà in vigore il 1 gennaio 2022).

Tuttavia, entrambi gli uomini hanno ammesso che permangono ancora “difficoltà pratiche” nell’attuazione della tassa.

Nel frattempo, almeno tre proposte di legge separate potrebbero ulteriormente mettere alla prova la determinazione del governo. Il Partito Democratico al governo è diviso sulla questione della tassa sulle criptovalute e, con le elezioni che si avvicinano nel marzo 2023, spingere attraverso imposte impopolari potrebbe allontanare gli elettori più giovani. Un recente sondaggio ha rilevato che la maggior parte dei sudcoreani sostiene effettivamente l’introduzione di una tassa sui profitti del trading di criptovalute. Ma soprattutto, l’opposizione alla tassa è stata più bassa tra gli intervistati più giovani.

Mentre l’attuale governo è salito al potere grazie a un movimento popolare guidato dai giovani, il partito è cauto nell’alienare la sua base di supporto un tempo solida, molti dei quali sono passati alle criptovalute negli ultimi 12 mesi.

L’Electronic Times ha riferito che Cho Myung-hee, un membro del comitato speciale per le criptovalute del potere popolare all’opposizione, ha proposto un emendamento alla legge sull’imposta sul reddito che vedrebbe la nuova tassa ritardata di un anno, aggiunta ai calcoli dell’imposta sul reddito e urterebbe il soglia di segnalazione fino alla parità con i livelli di negoziazione delle azioni KOSDAQ.

Due dei suoi colleghi parlamentari del People’s Power, Yoon Chang-hyeon e Yoo Kyung-joon, hanno anche lanciato offerte separate per ritardare la tassa rispettivamente al 2023 e al 2024.

E un quarto disegno di legge di Noh Woong-rae, del Partito Democratico, ha anche presentato una proposta di modifica dell’imposta sul reddito che posticiperebbe la tassazione di un anno e vedrebbe il reddito da criptovalute classificato come “reddito da investimenti finanziari”.

I comitati competenti esamineranno tutti e quattro i progetti di legge nel giorno successivo, a meno che gli autori non decidano di snellire e combinare le loro proposte.

Altrove, il Servizio doganale coreano ha promesso di emettere un’altra “repressione” di criptovalute.

KBS ha riferito che il servizio vuole apportare modifiche legali e “spingere per revisioni alla legge doganale” – per imporre più multe “per mancata presentazione o falsa presentazione di dati doganali”.

Vuole anche nuovi poteri per consentirgli di sequestrare i beni degli “evasori” fiscali che fanno uso di criptovalute e cercherà di condividere le informazioni con il Ministero della Pubblica Amministrazione e della Sicurezza.

Il servizio ha avvertito che deve combattere la “manipolazione dei prezzi”, probabilmente un riferimento ai commercianti “kimchi premium” che ha cercato di perseguire in passato. Tali trader hanno cercato di sfruttare la differenza tra i prezzi sugli scambi nazionali e internazionali, acquistando bitcoin (BTC) e altcoin over-the-counter all’estero e poi vendendo monete su piattaforme domestiche.
____
Scopri di più:
– Tasse NFT e “difficoltà pratiche” con la tassa sulle criptovalute sotto i riflettori in Corea del Sud
– I documenti Pandora espongono come World Elite utilizza la finanza legacy per nascondere le fortune

– I raccoglitori di perdite fiscali statunitensi fanno fieno mentre il sole splende, ma il tempo stringe

– Al fisco sudcoreano verrà concesso il diritto di perquisire le case degli evasori fiscali di criptovalute
– L’IRS invia un agente sotto copertura per arrestare i criminali su Crypto Marketplace



Source link