Fonte: Adobe/vinnstock

Tra 68.110 e 92.855 di bitcoin persi (BTC), o fino a 4,8 miliardi di dollari di criptovalute a prezzi correnti, potrebbero essere recuperati e restituiti ai loro proprietari, secondo un’analisi di Chris e Charlie Brooks, padre e figlio che gestiscono Recupero di criptovalute.

Gestiscono l’azienda nel New Hampshire, negli Stati Uniti, e sono specializzati nel recupero di password perse su portafogli che contengono criptovalute bloccate. Uno dei progetti più recenti dell’azienda prevedeva il recupero di criptovaluta per un valore di 250.000 USD da un portafoglio. Per un portafoglio compreso tra 0 e 10 BTC, o un valore equivalente, addebitano una commissione del 20%.

“Abbiamo un ampio spettro di clienti. Abbiamo un cliente che è un minatore in fase iniziale di bitcoin che ha perso tutte le sue informazioni e sa di avere dei bitcoin da qualche parte… Abbiamo clienti a cui è stato detto nel 2017 di acquistare nel hype-bubble e hanno comprato USD 1.000 [worth of BTC] e stanno cercando qualcosa per coprire l’affitto”, ha detto il figlio Charlie a Business Insider.

Studiando un thread sul forum BitcoinTalk, padre e figlio hanno identificato 72 post che descrivevano la perdita di almeno 0,5 BTC. La loro analisi ha mostrato che il 14% di queste sono potenzialmente recuperabili e che, in base alla loro esperienza, possono decifrare circa il 35% delle password. Di conseguenza, hanno concluso che sarebbe stato possibile recuperare circa il 2,45% dei bitcoin persi.

Mentre molti utenti a un certo punto dimenticano la password che protegge la loro criptovaluta, la maggior parte di loro riesce a recuperarla, come dimostrato da un recente sondaggio condotto su circa 1.021 proprietari di criptovalute statunitensi da parte di Criptovantaggio. Il sondaggio ha mostrato che il 39,7% degli intervistati aveva precedentemente dimenticato le proprie password, ma il 95,6% è riuscito a riottenere l’accesso alle proprie risorse crittografiche.

Aziende come Crypto Asset Recovery sono utili per quegli investitori che non possono recuperare le proprie password da soli. Tuttavia, come David Veksler di walletrecovery.info detto in precedenza Cryptonews.com, “ci sono molte truffe di ‘ripristino bitcoin’. Quasi tutte hanno due cose in comune. Primo, chiedono soldi in anticipo. I servizi legittimi chiedono una percentuale sui fondi recuperati. Secondo, fanno promesse impossibili piuttosto che cercare di capire la tua situazione e offri consigli realistici.”

Gli operatori del settore che lavorano nel campo del recupero delle criptovalute dichiarano che la stragrande maggioranza dei portafogli popolari è sicura e, anche se in qualche modo sei stato bloccato fuori dal tuo portafoglio, ci sono diversi modi per riottenere l’accesso. Di questi, alcuni sono nuovi, mentre altri ruotano attorno a un lavoro investigativo poco affascinante.
____
Scopri di più:

– L’uomo alla ricerca di 7.500 BTC persi in una discarica pianifica una ricerca hi-tech
– Il portafoglio di recupero sociale è migliore per le tue criptovalute – Buterin

– Due ipotesi sbagliate e questo programmatore perde 241 milioni di dollari in Bitcoin
– Il tuo portafoglio di cervelli Bitcoin può essere spazzato anche senza leggere la tua mente

– I portafogli senza semi vogliono rendere Bitcoin più user friendly
– Ecco come la famiglia Bitcoin protegge la propria fortuna BTC, ETH e LTC



Source link