Susannah Streeter, analista senior di investimenti e mercati presso Hargreaves Lansdown, ha affermato che i regolatori hanno trascorso anni “in punta di piedi” attorno alle valute. Ora la banca sembra cambiare tattica dopo che il vice governatore Sir Jon Cunliffe ha affermato oggi che le criptovalute rappresentano una minaccia in rapida crescita per l’economia globale e dovrebbero essere regolamentate.

Ha detto: “I regolatori a livello internazionale e in molte giurisdizioni hanno iniziato il lavoro.

“Deve essere perseguito con urgenza”.

La signora Streeter ha affermato che i suoi commenti erano “l’indicazione più ferma” che presto interverranno per evitare che esploda “di fronte al settore finanziario”.

Ha detto: “I regolatori e le banche centrali stanno camminando sul filo del rasoio, riconoscendo la necessità di promuovere una nuova tecnologia di pagamento decentralizzata, ma garantendo che siano in atto regole sufficienti per prevenire la speculazione incontrollata che infetta il più ampio settore finanziario.

LEGGI ANCHE: Avviso Cina: Boris ha detto di essere sonnambulo in un’enorme trappola

Ha spiegato che la FCA è “estremamente preoccupata per la collisione tra i social media e il mondo crypto”.

Ciò è avvenuto dopo che la celebrità e influencer Kim Kardashian ha pubblicato su un token all’inizio di quest’anno, ampiamente considerata la più grande promozione finanziaria della storia.

Ha aggiunto: “Ora, questo nervosismo su come gli investitori più giovani finanziariamente vulnerabili siano presi di mira dagli influencer si è allargato all’ansia che il cripto selvaggio west potrebbe minare la stabilità del sistema finanziario.

“Finora c’è stata una certa esitazione a portare le criptovalute nella sfera normativa a causa del rischio che aggiungesse più legittimità alle valute.

”I regolatori sono stati in punta di piedi in tutto il mondo delle criptovalute, lanciando avvertimenti occasionali alla folla di speculatori, ma ora abbiamo l’indicazione più solida che presto interverranno per rompere la festa di blocco.

Rompendo i ranghi con la maggior parte delle altre banche centrali del mondo, Sir Jon ha affermato: “Un massiccio crollo dei prezzi delle criptovalute, simile a quello che abbiamo visto nei titoli tecnologici e subprime, è certamente uno scenario plausibile.

Ha proseguito affermando che “la maggior parte di questi asset non ha valore intrinseco ed è vulnerabile a importanti correzioni dei prezzi”.





Source link